Non sempre è necessario identificare chi ha l’idea propositiva di un progetto e chi ne sostiene lo sviluppo, ma è invece necessario concentrare l’attenzione sulla concretezza del risultato finale, che consente in questo caso di elogiare l’artista Fabiola Mengoni per la realizzazione di due dipinti ad olio su tela, destinati a riempire le cornici presenti sulla cantoria dell’organo costruito dal perugino Angelo Mattioli nel 1654 per la Chiesa di Sant’Antonio Abate in Perugia.
Gli spazi in questione sono citati da Serafino Siepi nella sua “Descrizione topologico-istorica della città di Perugia”; pubblicata nel 1822 come: “…due riquadri ov’erano allogati due paesetti del Tempesta e di Giovanni francese…”. Gli spazi rimasero vuoti quando, in seguito alla soppressione del convento, gli Olivetani trasportarono  le tele originali prima a Monte Morcino e poi a Roma, dove se ne sono perdute le tracce.
Si realizza dunque con questa operazione, collocabile nell’ambito del recupero della Chiesa, incoraggiato e seguito e da Sua Eccellenza Mons. Paolo Giulietti, Vescovo ausiliare della Archidiocesi di Perugia-Città della Pieve, un altro prezioso tassello che rappresenta una donazione-investimento nella bellezza, offerta alla godibilità di chiunque voglia apprezzarla.

FABIOLA MENGONI
Nasce il 3 luglio a Perugia dove vive e lavora. Si forma presso l’istituto d’Arte “Bernardino di Betto” a Perugia, nella sezione di decorazione pittorica. E’ allieva di Luigi Frappi, Colombo Manuelli e Arnaldo Blasetti da cui apprende la tecnica dell’affresco. Approfondisce la tecnica della ceramica, soffermandosi sullo studio della figura, presso lo studio del M° Romano Ranieri a Deruta. Frequenta lo studio del M° Franco Venanti a Perugia, dove affina la tecnica della pittura ad olio ed è sua assistente ai corsi di nudo e pittura presso l’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia. E’ socio fondatore assieme a Sandra Salucci dell’Associazione culturale Sansalù al Borgo.
Nel 2016 realizza insieme al violinista Fabio Imbergamo “Forza Quieta” un’opera costituita da sei dipinti ad olio e dalle musiche originali ispirate alle singole tele. La sua ricerca è rivolta verso la pittura dal vero, i suoi temi spaziano dai paesaggi alle figure e ai ritratti dove ricorre una ricerca della luce realizzata tramite personali accostamenti cromatici. Al suo attivo ha numerose personali e collettive nazionali ed internazionali.
Lavora nel suo studio di San Martino in Campo dove è possibile vedere altri suoi lavori.

Via del sottopassaggio, 10
San Martino in Campo, Perugia
Cellulare: 339 8501337
Mail: fabiolamengoni.fm@gmail.com
Facebook: Fabiola Mengoni